Un «Po d’AMare»: il rifugio ecosostenibile realizzato con la plastica recuperata dal Po

 

 

Il «Po d’AMare» è il progetto che Corepla e Waste Free Oceans hanno presentato lo scorso novembre a Ecomondo, la fiera leader della green e circular economy.

Il progetto, presentato in anteprima alla fiera, riguarda la raccolta e il riutilizzo dei rifiuti plastici prelevati nelle acque del fiume Po, utilizzati per realizzare il prototipo di un rifugio ecosostenibile e a basso costo.

Negli ultimi mesi, in collaborazione con il Consorzio Castalia, il tratto del fiume Po in località Pontescuro (Re) è stato munito di un sistema di barriere fisse galleggianti e di imbarcazioni a pescaggio ridotto allo scopo di contenere e raccogliere la plastica riversata nel fiume. Queste strutture hanno permesso di recuperare i rifiuti nella parte superficiale della colonna d’acqua, lasciando inalterate la flora e la fauna fluviale.

Successivamente, i rifiuti raccolti sono stati trasportati in un impianto specializzato nella separazione e inviati a un altro che si occupa di selezionare e raggruppare i materiali plastici nelle diverse frazioni polimeriche.

Un terzo stabilimento britannico ha collaborato nella fase di trasformazione dei rifiuti in pannelli edilizi, molto resistenti e funzionali, che sono serviti a realizzare la piccola abitazione d’emergenza modulare, facile da montare e smontare.

«Il Po d’AMare diventa anche un Po solidale – commenta  Antonello Ciotti, presidente di Corepla – Ci auguriamo infatti che questo progetto sperimentale di raccolta e riciclo della plastica avviato sul fiume Po possa favorire, oltre alla creazione di reti e opportunità per i territori, le imprese e il sapere scientifico, anche un concreto strumento per affrontare situazioni di emergenza. Valorizzando così proprietà ed energie di questo materiale».

I pannelli di questo primo prototipo, dopo la fiera, sono stati inviati ad Atene, per la realizzazione di un rifugio provvisorio in un campo profughi con l’obiettivo, in futuro, di utilizzare allo stesso scopo i rifiuti plastici prodotti e raccolti nel campo stesso.

Per maggiori informazioni: http://www.corepla.it/news/scatta-sul-po-l-operazione-prevenzione