Le 4 buone idee premiate a Ecomondo

Nell’ambito di Ecomondo, la fiera di riferimento per la green e circular economy, lo scorso 8 novembre Corepla ha premiato i 4 migliori progetti che hanno preso parte alla prima selezione della call for ideas di Corepla “alla ricerca della plastica perduta”. Alla chiamata di idee hanno partecipato numerosissimi Centri studi, Università, start up e Pmi, e sono state premiate le 4 call che si sono distinte per creatività e intelligenza nell’ideare soluzioni innovative di progettazione e riciclo degli imballaggi in plastica.Ecco i primi 4 progetti vincitori:

1) Additivi stabilizzanti per imballaggi di Caterina Viglianisi e MacromAd, gruppo di ricerca dell’Università degli studi di Firenze e dell’istituto per lo Studio delle macromolecole del CNR. La loro idea è stata quella di trovare additivi più stabili per la produzione di poliolefine utilizzate per gli imballaggi nel settore agroalimentare, consentendo così alla plastica riciclata un numero maggiore di riutilizzi. Con questa idea il gruppo di ricerca vince una borsa di studio per dare il via a una nuova fase di studio e trasferire a livello industriale i risultati di laboratorio.

2) Composto ligneo-polimerico di VGM Patent Srl, società istituita nel 2018. La loro idea è stata quella di realizzare un collante con plastica riciclata che sostituisce la formaldeide, nella produzione di manufatti in legno e pannelli in truciolato. Con questa idea vincono una campagna di crowdfunding finanziata da Corepla e realizzata da Produzionidalbasso, finalizzata a trovare le risorse necessarie a sviluppare la produzione del collante plastico. Chiunque può contribuire: https://www.produzionidalbasso.com/network/di/corepla

3) Pensilina Eco sosta di Valentina Rocco, architetto. La sua idea è stata quella di realizzare una pensilina prodotta con plastica riciclata che genera energia elettrica grazie ai pannelli solari posti sulla copertura, offrendo inoltre posti a sedere al coperto, un punto elettrico per ricarica cellulari, che si illumina nelle ore notturne e dotata anche di uno spazio attrezzato per parcheggio bici. L’idea si è aggiudicata lo sviluppo del prototipo della pensilina Eco sosta nella città di Parma.

4) Etichetta rifiuti uno@uno di Giuseppe Cannavò. Ha ideato un sistema integrato che utilizza una particolare etichettatura di “Tariffazione puntuale uno@uno a fastidio Zero” che consente di avere sconti tariffari e una più semplice raccolta quotidiana a chi utilizza le etichette di colori diversi per ogni tipologia di materiale differenziato. Questa idea viene premiata perché il sistema uno@uno, se opportunamente implementato, consente non solo di aumentare la quantità di imballaggi in plastica conferiti nella raccolta differenziata ma soprattutto di migliorarne la qualità.

La ricerca di buone idee continua su www.coreplacall.it