ARREDO URBANO IN PLASTICA RICICLATA

Cestini, panchine, aree gioco, fioriere, bacheche: gli spazi delle nostre città si stanno equipaggiando di arredi in plastica riciclata e tante sono le aziende italiane che producono arredo urbano, capace di dare un contributo concreto al nostro vivere quotidiano e all’economia circolare.

Da un punto di vista normativo, negli ultimi anni la crescente attenzione all’ambiente ha favorito linee guida e buone pratiche per gli interventi urbanistici. Il decreto ministeriale n.203 – inserito nel Piano d’Azione Nazionale sul Green Public Procurement (PAN-GPP) – esprime la necessità per le Pubbliche Amministrazioni di acquistare arredo urbano ottenuto da materiale riciclato. Ogni Regione, Città e/o Comune è chiamata a redigere una pianificazione urbanistica che comprende l’acquisto e la manutenzione dell’arredo per allestire gli spazi pubblici. La regione più virtuosa è la Toscana, dove le pubbliche amministrazioni hanno investito in acquisti “green” per l’allestimento dei centri urbani.

In Italia possiamo vantare la presenza sul territorio di numerose aziende che, grazie alla duttilità dei materiali ottenuti dal riciclo della plastica e della gomma, hanno riprogettato i loro prodotti con un basso impatto ambientale.

La prossima volta che passeggiate per le strade della vostra città, prestate attenzione alla provenienza delle panchine o dei cestini intorno a voi: un tempo potrebbero essere stati imballaggi in plastica!