LA MODA RICICLA E SI RICICLA

Sempre più numerosi marchi di moda stanno creando collezioni d’abbigliamento speciali, realizzate grazie al riciclo dei rifiuti, in particolar modo degli imballaggi di plastica.

Cresce la domanda di prodotti dal basso impatto ambientale anche nel mondo del fashion, come testimoniano svariate esperienze di affermati brand e innovative start up.

Sfruttare al meglio il riciclo di rifiuti e materiali di scarto per produrre capi d’abbigliamento è infatti possibile: lo dimostra, per esempio, l’esperienza di Timberland che da oltre 10 anni porta avanti con successo l’impegno per l’ambiente in diverse aree geografiche.

La rivoluzione ecologica di Timberland ha avuto inizio nel 2007, quando è stata creata una linea di scarpe, zaini e t-shirt realizzati con i rifiuti riciclati di Haiti, in collaborazione con Thread International, una società di tessitura con una forte responsabilità sociale d’impresa. Negli ultimi 10 anni, più di 1.300 persone hanno raccolto bottiglie di plastica e le hanno vendute a 50 centri di raccolta ad Haiti, eliminando oltre 700.000 rifiuti dalle strade e dai canali dell’isola caraibica. Le bottiglie inviate a un impianto di lavorazione, vengono trattate per formare un tessuto utile per la produzione di vari articoli. Un altro importante vantaggio è l’effetto positivo dell’economia circolare sulla creazione di posti di lavoro per la popolazione locale.

Timberland non si è fermata all’esperienza di Haiti: ha infatti creato stivali con suole in Green Rubber™, un materiale che ha circa il 42% di gomma riciclata dei pneumatici scartati. Inoltre, i componenti principali di ogni stivale sono realizzati con PET riciclato proveniente da bottiglie di plastica. Dopo l’utilizzo, al consumatore viene chiesto di restituire lo stivale in qualsiasi negozio del brand: Timberland si impegnerà a riciclarlo creando nuove paia di scarpe.

Sempre in sintonia con i tempi e le preoccupazioni dei consumatori, alla ricerca di una risposta alla sfida del design sostenibile, Levi’s ha sviluppato una linea di capi in denim, jeans e giacche realizzati con bottiglie in PET riciclato.

Per il processo di trasformazione del PET in fibra di poliestere, Levi’s riutilizza gli imballaggi di plastica provenienti dagli impianti di riciclo degli Stati Uniti. La fibra di poliestere ottenuta viene mescolata con la fibra di cotone per produrre il denim utilizzato nei capi Levi’s WasteLess™. Questa produzione utilizza una tecnica rivoluzionaria che riduce l’utilizzo d’acqua nel processo di finitura fino al 96% per alcuni modelli.

Molto presto l’eleganza non sarà il marchio, né il taglio, né il design, ma il modo in cui i materiali utilizzati porteranno beneficio alla Terra.